Salve! Posso darti maggiori informazioni
o rispondere a qualche domanda?
Come possiamo esserti utili?
Seleziona uno dei nostri esperti
Alberto Bedin
Supporto Commerciale
Sono online
Luisa Soranno
Supporto Commerciale
Sono online
bcs italia

BCS nasce nel 1943 da una semplice intuizione del suo fondatore Luigi Castoldi, e in pochi anni diventa un'azienda solida e ben strutturata, fiore all'occhiello di quelle che sarebbero state le società italiane di prestigio nel settore della meccanizzazione agricola post-bellica. La sua prima attività ruota attorno a una minuscola officina di Abbiategrasso, attiva cittadina nella valle del Ticino alle porte di Milano; il giovane ingegnere ha sotto gli occhi le interminabili giornate dei contadini costretti a coltivare con mezzi arcaici i fertili campi di quelle pianure. Da qui l'idea di progettare e costruire una motofalciatrice semovente dotata di un motore a scoppio di bassa potenza supportato da un telaio auto-portante dove sono ospitati anche la trasmissione ed il sistema di taglio: nasce così la MF 243, che rappresenta un'autentica rivoluzione nel panorama agricolo del tempo sia per la sua enorme capacità produttiva che per il concreto miglioramento della vita dei contadini non più obbligati a faticose giornate di falciatura manuale. Il successo della motofalciatrice BCS fu sorprendente e convinse l'ingegnere Luigi a sviluppare una gamma completa di macchine agricole studiate nell'intento di ridurre il lavoro manuale a vantaggio di soluzioni meccaniche efficienti ed efficaci. Alle motofalciatrici seguirono quindi le mietilegatrici per il taglio e la raccolta in covoni dei cereali e, sul finire degli anni '60, la BCS entra nel campo della manutenzione del verde con la realizzazione dei primi motocoltivatori multifunzionali “leggeri” e di piccole dimensioni, per un mercato nel quale, fino ad allora, esistevano solo macchine costose e ingombranti. A partire dal 1970, per far fronte alla crescente richiesta di aumentare la produttività in agricoltura, vennero introdotte le rotative a dischi per trattori.

Oggi forte di un know how progettuale ed industriale di oltre 70 anni, il Gruppo BCS investe costantemente nelle attività di Ricerca e Sviluppo considerandole cruciali nel raggiungimento dei propri obiettivi.
Possiede marchi commerciali BCS, FERRARI, PASQUALI, MA.TRA. e macchine per la produzione di energia elettrica autonoma e saldatura, rappresentate dai marchi MOSA e BCS GROUP ENERGIA.
 
Mario Abbiati DSI del Gruppo ci racconta cosa ha realizzato con WebSmart ed i tools di bigblue:
avevamo intenzione di acquistare un configuratore di prodotto, l'offerta più interessante era:
  • su piattaforma Windows, non web
  • un tot di licenze  per notebook,
  • un tot per il mobile che non era ancora disponibile
  • poi integrare e gestire il flusso dati nelle due direzioni 40 giorni di lavoro
  • deploy delle applicazioni
  • formazione agli utenti
  • un progetto di oltre 150 giorni di lavoro

un investimento proibitivo

 

Con bigblue è stato invece possibile creare un configuratore di prodotto già nel periodo di training on the job in soli 15 giorni di lavoro

Con WebSmart e bigblue abbiamo un servizio

  • totalmente integrato in IBMi e con i dati gestionali,
  • completamente web e mobile
  • il licencing è user unlimited
abbiamo risparmiato tempo, denaro ed inoltre con questi tools stiamo realizzando nuovi progetti sul, CRM, sulla BI, sul document management roivitalizzano le risorse interne che finalmente possono esprimere la propria creatività e produrre di risultati entusiasmanti

Non ci sono limiti all’evoluzione…basta solo cogliere le occasioni giuste.”