Salve! Posso darti maggiori informazioni
o rispondere a qualche domanda?
Come possiamo esserti utili?
Seleziona uno dei nostri esperti
Alberto Bedin
Supporto Commerciale
Sono online
Luisa Soranno
Supporto Commerciale
Sono online

Webinar 22-10-2020 ore 10.30

I cambiamenti epocali che avvengono nella nostra era portano le aziende più dinamiche a rispondere con smartworking, in questo modo importanti assett aziendali possono diventare più vulnerabili perchè esposti su internet.

Il report Clusit 2020 indica un crescendo esponenziale degli attacchi alle aziende

Rispetto al 2018, in termini assoluti nel 2019 il numero maggiore di attacchi gravi si osserva verso le categorie “Multiple Targets” (+29,9%), “Online Services / Cloud” (+91,5%) ed “Healthcare” (+17,0%), seguite da “GDO/Retail” (+28,2%), “Others” (+76,7%), “Telco” (+54,5%) e “Security Industry” (+325%).

I cryptolocker imperano

L'80% dei data breach proviene da hacker interni, chi sono:  dipendenti demotivati, in conflitto con l'azienda o veri e propri hacker che operano sotto mentite spoglie (la sig.ra delle pulizie, guardie giurate, autisti...)

Un utente che abbia un *ALLOBJ è in grado con una connessione ODBC ed un banale Microsoft Access ad esportare dati, modificarli, cancellarti

Una buona notizia: l'IBMi (AS400) è invulnerabile ai cryptolocker e a qualsiasi malaware e virus conosciuto, ma anche chi ha IBMi (AS400) non è esente da tutto

Ad esempio un hacker che si impossessa di una profilo user level è in grado in un paio d'ore di scalare le utenze fino ad arrivare al livello QSECOFR (vedi articolo blog)

Certo se AS400 usasse ancora i protocolli SNA sarebbe invulnerabile, ma molto a un sottomarino russo.

Invece essendo l'IBMi (AS400) il sistema più aperto ed evoluto che esista, in quanto integra le tecnologie disponibili del TCP/IP, HTTP, FTP,  ... presenta le falle tipiche del mondo Windows e open.

Quindi cosa fare?

Ti spiegheremo come garantire la sicurezza del tuo IBM i (AS400)

Adeguandoti alle norme imposte dal GDPR (non rispettarle può portare a sanzioni fino al 4% del fatturato)

Presenteremo la bigblue®Security400:

La soluzione completa, nativa IBM i, per la sicurezza dell'AS400.

Integra i moduli di Kisko Information Systems  (leader mondiale della Sicurezza per IBM con oltre 6.000 tools venduti nel mondo e migliaia di clienti).

  • Monitoring eventi AS400 con possibilità di risposta
  • Blocco accessi indesiderati e non autorizzati
  • Tracciatura modifiche dati database
  • Reimpostazione password utente
  • Controllo workstation inattive
  • Autenticazione a due fattori
  • Versioning dell’ambiente di sicurezza

Iscriviti indicando la data del webinar

Relatori

Alberto Bedin

sales & web marketing Director bigblue srl

sviluppo progetti innovativi web e mobile su piattaforma IBMi (AS400) e Linux

per aziende Enterprise come (Prada, CCG&G, Luxottica, Marzotto, Baxi, ...)

Sono un esperto in tools di sviluppo low-code che oggi Gartner indica come chiave di volta nell'innovazione digitale

Paolo Lanfranchi

Sistemista IBMi - AS400

Virtualization & High Availability

Backup & Restore

Disaster Recovery

Tuning e Capacity Planning

Implementazioni, installazioni e migrazioni Hardware;

Installazione e aggiornamento di release e PTF

Configurazione e addestramento su OS/400